Processo produttivo

Fase 1

Macinatura

In questa fase si procede alla macinatura dei grani del malto e di altri cereali. La macinatura va effettuata in modo da aprire il chicco per permettere al contenuto amidaceo di sciogliersi nell'acqua calda ma non in maniera troppo fine per evitare di creare della farina che disturberebbe la fase della filtrazione.

Fase 2

Ammostamento

In questa fase al cereale macinato viene aggiunta dell'acqua calda per permettere l'attivazione degli enzimi del malto. Viene trasformato l'amido in zucchero. Il tutto avviene in diversi step e diverse temperature dell'acqua e sono cosi chiamate: mash-in; acid rest; protein rest; sosta beta-amilasi; sosta alfa-amilasi e mash-out.

Fase 3

Filtrazione

Terminata la fase di ammostamento si procede con la filtrazione per separare la parte liquida (o mosto) da quella solida (le trebbie).

Fase 3.1

Sparging

Questa è la fase del risciacquo (che può essere facoltativa) nella quale le trebbie vengono lavate con acqua calda con un getto "a pioggia" per estrarre ulteriormente gli zuccheri rimasti.

Fase 4

Bollitura

Ultima fase della "cotta". Qui vengono gettati in vari step di tempo i luppoli selezionati  che danno alla birra l'amaricatura e l'aroma desiderati. La bollitura ha anche il compito di sterilizzare il mosto.

Tutti gli ingredienti particolari come zuccheri, miele, estratti, erbe, spezie ecc... vengono aggiunti durante questa fase.

 

Fase 5

Raffreddamento

Terminata la fase della bollitura è importante raffreddare il più velocemente possibile il mosto e travasarlo nel fermentatore. Le ragioni sono, oltre a velocizzare il processo produttivo, quelle di impedire contaminazioni varie che possono avvenire man mano che la temperatura scende vista la sterilità dello stesso mosto a temperatura di ebollizione.

Fase 6

Fermentazione

Un detto tradizionale dice "il birraio fa il mosto, ma è il lievito a fare la birra".

In questa fase il lievito aggiunto al mosto, una volta raggiunta la temperatura ideale, inizia una sequenza di reazioni biochimiche che, grazie agli zuccheri presenti nel mosto, portano alla formazione di alcol etilico e anidride carbonica. Il tutto dura circa 10 giorni.

Fase 7

Imbottigliamento, carbonazione e maturazione

A fermentazione ultimata si procede all'imbottigliamento o all'infustamento del prodotto. Per permettergli di sviluppare l'anidride carbonica necessaria per donargli la caratteristica frizzantezza si aggiunge dello zucchero prima della tappatura. Si lascia fermo per alcuni giorni (a seconda del tipo di birra da 30 a 180) prima della sua consumazione.

Fase 8

Etichettatura

Questa è una fase accessoria considerata di marketing che, a discrezione, può essere effettuata prima dello stoccaggio oppure poco prima della distribuzione.